Lago di braies

Questo lago naturale di montagna formatosi a causa di una frana, attira tutto l’anno escursionisti, ciclisti e scalatori alle proprie sponde, promette e regala relax e una bella rinfrescata dopo una lunga giornata in montagna e vi farà restare a bocca aperta con il suo imponente panorama montano. Impressionante è la famosa Croda del Becco, alta 2.810 m, in ladino Sas dla Porta: la sua denominazione tedesca “Torberg” indica, che secondo la leggenda il Lago di Braies era un tempo la porta (Tor) del regno sotterraneo dei Fanes. Semmai un visitatore che attraversa il lago in barca riuscirà mai a riscoprire questo regno, ce lo dirà solo il futuro, ma intanto vale la pena tentare.
Direttamente al lago sorge la storica chiesetta dedicata alla Madonna, dove la coppia austriaca erede al trono pregò poco prima di essere assassinata a Sarajevo e dove agli inizi di maggio del 1945 vennero liberati i prigionieri più illustri di Hitler, che il Führer teneva nascosti proprio a Braies.
Famoso come la chiesetta sulla sua sponda, è il lago stesso. Tanti visitatori e fan della serie televisiva “Un passo dal cielo” trascorrono le loro vacanze negli hotel e negli appartamenti per vacanze poco lontano dal lago, per immedesimarsi meglio nel film, perché questa “perla tra i laghi alpini” è una delle protagoniste della produzione televisiva girata in Alto Adige. Passeggiando attorno al lago, essi apprezzeranno il piacevole effetto di “già visto” e scorgeranno angoli che sembrano conosciuti di qua e di là. Non c’è da meravigliarsi quindi, che ospiti provenienti da tutta Italia si diano appuntamento da anni al lago di Braies per ammirare questo straordinario “palcoscenico” del film.